Navigazione veloce

La giornata internazionale della violenza sulla donna

Laboratorio, incontro e seminario a scuola, per riflettere sul tema della violenza di genere e combattere maltrattamenti e abusi sulle donne

scarpe rosse

La giornata internazionale della violenza sulla donna

Laboratorio, incontro e seminario a scuola, per riflettere sul tema della violenza di genere e combattere maltrattamenti e abusi sulle donne

Educhiamoci ai valori civili per essere fautori di un cambiamento

Nell’ambito delle iniziative volte alla sensibilizzazione della violenza contro le donne, lunedì 26 novembre 2018 nell’aula magna dell’istituto Montessori è stata trattata la tematica in oggetto dalle classi quarta e quinta primaria e terze della Secondaria di primo grado. La giornata è stata scandita in tre momenti, due di preparazione al focus da trattare e uno di confronto per riflettere e capire come esorcizzare tanta violenza: in terza ora visione dell’intervento che Malala Yousafzai, la giovane pakistana colpita alla testa e al collo da un colpo di pistola esploso da un talebano il 9 ottobre del 2012, ha tenuto il 12 luglio 2013 nella sede di New York delle Nazioni Unite, nel giorno del suo sedicesimo compleanno, durante l’Assemblea della Gioventù; in quarta ora laboratori creativi a tema in classe; in quinta ora feedback, condivisione e relazione degli alunni e degli studenti coinvolti che, alla presenza dei docenti e del dirigente scolastico prof.ssa Adele Puglisi, hanno presentato e commentato i lavori effettuati e le riflessioni sul tema. Le classi della primaria hanno esibito cartelloni corredati da slogan, disegni e simboli che rappresentavano le conseguenze devastanti della violenza di genere; invece i giovani discenti della secondaria, leggendo e commentando testi sulla donna di ieri e di oggi tratti dall’amor cortese, da Rita Levi Montalcini, madre Teresa di Calcutta, Dacia Maraini, da esperienze e testimonianze di giovani donne private della loro dignità, recitando poesie e facendo esegesi delle stesse, argomentando riflessioni e contenuti appresi, hanno presentato il cammino della donna. in Oriente ed Occidente, per affermare come la cultura sia l’unica arma per esorcizzare la violenza e l’istruzione la chiave verso la libertà di scelta e la parità di genere.Attraverso queste storie gli allievi comprendono non solo la forza ed il coraggio delle donne, ma quanto sia importante sapere per essere fautori di un cambiamento; grazie allo studio e ai momenti di confronto e dialogo i giovani costruiscono percorsi educativi di prevenzione dei comportamenti illeciti, prevaricanti e di esclusioneed elaborano senso critico, civico e sociale, per promuovere i valori e le regole del rispetto e del sesso, quindi della diversità, del ruolo e dell’identità.

L’addetto stampa

Elisabetta Forti

 

Allegati

    Non è possibile inserire commenti.