Navigazione veloce

La musica: un linguaggio che esprime l’identità, la coralità e l’appartenenza

concerto di fine anno

La musica: un linguaggio che esprime l’identità, la coralità e l’appartenenza

La professoressa Gabriela Cavalieri, docente di musica, da alcuni anni, della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Montessori, ha diretto l’orchestra scolastica in un concerto di fine anno prima con le classi seconde il 17 maggio e poi con le prime il 27. In questa sua grandiosa esibizione la docente è stata affiancata magistralmente dal professore Simone Fassari, docente di musica presso la medesima istituzione e giovane pianista di talento. Insieme i maestri hanno voluto creare un corpo musicale della scuola, per dare voce ad un linguaggio espressivo che in questi anni di pandemia non è stato coltivato. Tutti i discenti coinvolti hanno partecipato alle attività musicali proposte non solo durante le ore curriculari, ma anche in quelle extra curricolari frequentando un progetto PON, curato dagli stessi insegnanti prima citati, per imparare a leggere gli spartiti, ad apprendere lo strumento didattico-musicale, ad educare la propria voce al canto, alla compostezza della postura, al rispetto delle regole e dell’altro. Pur non essendo una scuola ad indirizzo musicale, il nostro piano dell’offerta formativa ha curato il linguaggio musicale come fattore euristico fondamentale per favorire l’inclusione, l’autostima e lo sviluppo di pensieri, emozioni, passioni e talenti, che altrimenti rimarrebbero celati. Il concerto pertanto è stata l’occasione per tradurre in atto le competenze possedute a livello musicale, ma anche sociali e civiche possedute dagli studenti.  L’orchestra costituita da circa 65 allievi, che hanno suonato diverse colonne sonore con strumenti didattici come la diamonica, il flauto dolce e strumenti a percussione come il bastone della pioggia, tubi sonori, glokenspiel, triangolo, piatti e sonagli, è stata affiancata da giovani promesse, che pur studiando pianoforte, violino, clarinetto e chitarra, non avevano mai debuttato in pubblico: si tratta di Aurora Perspicace e Alessandra Perspicace, Simone Carcò, Francesco Gensabella, Beatrice Carfì e Nicole Parisi.. Il concerto finale è stato apprezzato da tutti gli astanti per la bellezza dell’armonia soave dei brani proposti è stata offerta un’ampia miscellanea degli stessi dai generi più vari: lirico, pop, sinfonico, rock, colonne sonore dei film. La dirigente scolastica, professoressa Fabiana Bordieri, ha espresso emozione e soddisfazione nell’assistere a tale trionfo educativo e sociale e si augura anche che sia il preludio di un sogno in cui ha creduto e che sta portando avanti; ovvero partendo dalla consapevolezza di avere simili insegnanti di musica come risorse, poter costituire un indirizzo musicale teso a migliorare l’apprendimento didattico, l’impegno e la continuità imperitura della musica come linguaggio espressivo di grande formazione per l’allievo che deve diventare persona. A conclusione delle manifestazioni musicali, i giovani discenti hanno salutato il pubblico eseguendo brani di body percussion, che sono stati curati con grande perizia dalle professoresse Fortezza, Antenucci e Giongrandi. Di seguito i momenti esaustivi degli eventi finali.

La voce della Montessori: Elisabetta Forti

1 2
3 4
video 1 video 2

 

 

Allegati

    Non è possibile inserire commenti.